Se non dovessi tornare.

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

domenica 19 ottobre 2014

Intrigo a Stoccolma: "Caccia a Ottobre Rosso"


Navi ed elicotteri militari, più di 200 soldati di unità anfibie svedesi sono stati dispiegati nell'arcipelago di Stoccolma in risposta a quelle che la difesa definisce "attività sottomarine straniere" e le fonti citate dai media come la presenza di un sottomarino russo in acque territoriali svedesi. "Le informazioni che abbiamo raccolto sono molto affidabili e per questo abbiamo deciso di aumentare il numero di unità dispiegate", ha spiegato il capitano Jonas Wikstrom, a capo delle operazioni di ricerca.
il capitano Jonas Wikstrom
Il quotidiano Svenska Dagablet precisa che le ricerche sono iniziate venerdì in seguito all'intercettazione di una comunicazione radio in russo su una frequenza riservata alle emergenze. Sono state in seguito, sempre venerdì, registrate altre comunicazioni criptate dall'arcipelago a una base di Kaliningrad, l'enclave russa in cui è basata la flotta del Baltico. Fra le navi dispiegate in Svezia c'è la corvetta HMS Visby specializzata nel contrasto dei sottomarini.

Il ministero della difesa russo ha smentito che unità militari russe siano coinvolte in situazioni straordinarie nel Baltico: "Le navi e i sottomarini della marina russa stanno operando secondo i piani nelle acque degli oceani del mondo. Unità militari russe non sono coinvolte in situazioni straordinarie, men che meno di emergenza", ha spiegato un portavoce citato dall'agenzia di stampa Interfax.

I Paesi della regione hanno ripetutamente denunciato l'intensificarsi delle attività militari russe ai loro confini: a settembre, la Svezia aveva protestato formalmente con Mosca dopo che due aerei militari russi avevano violato il suo spazio aereo. Nel 1981 un sottomarino sovietico definito dagli svedesi U137 era rimasto incagliato in acque svedesi non lontano da una base della marina.

Mentre stò publicando questo post la "Sverige radio" stà dando la notizia che i militari stanno dando la caccia nei boschi qui vicino ad un uomo vestito di nero. Se non sarà Sean Connery speriamo almeno che rassomigli alla "Nikita" di Elton John.

Post in evidenza

Venite tutti in Svezia

Venite tutti in Svezia: Gran gnocca che la dà facile, fighi vichinghi idem. Stato ricco mi ci ficco. Vivere senza lavorare. Servizi ecce...

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.