lunedì 19 marzo 2018

19 Marzo. Zeppole di san Giuseppe e pane italiano.


Perché è poi tanto tempo che cammino su queste strade di Stoccolma, mi sorprende sempre quando mi arrivano certi flashback che a volte mi fanno quasi perdere l’equilibrio. Come uno schiaffo improvviso, inatteso. Allora, per esempio, questa mia cittadina Tullinge "o förort" a sud di Stoccolma dove abito da anni, beh, io ne conosco tutte le strade e i marciapiedi, e non è mica così piccola.continua a leggere: https://francoatullinge.blogspot.se/2017/03/paul-anka-put-your-head-on-my-shoulder.html?spref=fb

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.