venerdì 4 maggio 2018

“Dinamite” sul premio Nobel:

Autentica “dinamite” sul premio Nobel: a parte il facile gioco di parole sull’invenzione più famosa del grande Alfred. Come sanno bene gli amanti delle lettere, c’è del marcio in Danimarca, Stoccolma non è certo da meno: Il sexgate abbattutosi sull’Accademia svedese ha portato alla storica decisione di non assegnare il Premio Nobel 2018 per la letteratura. In compenso, si dovrebbe recuperare l’anno prossimo, con due letterati insigniti. Pensate che l'unica volta - all'infuori di sei anni durante le due guerre mondiali - che non è stato consegnato è stato nel 1935, quando la giuria non aveva considerato nessuno all'altezza di un riconoscimento tanto prestigioso. 
Poco male in quanto il mio favorito Joseph Tusiani non figurava nella lista dei canditati. Chi è JOSEPH TUSIANI? È grande poeta e scrittore Italo Americano, vive a New York, scrive in latino, in inglese, in italiano, nel suo bellissimo dialetto (Gargano), è il “poeta ufficiale” dello Stato di New York (New York State Poet Laureate Emeritus .) È il poeta di:
Two Lands, Two LanguagesPerhaps Two Souls?"

In questo modo si sarebbero onorate due lingue, due nazioni, due continenti allo stesso tempo. Si sarebbero onorati tutti gli emigranti approdati a Ellis Island che per decenni pieni di speranza videro la Statua della Signora Liberty da lontano, la quale aprì loro "la Golden door" sentendosi liberi da ogni forma di tirannia.

Signori membri dell'Accademia Svedese, per favore ripristinate il Nobel in Letteratura e facciano contento il Signor Nobel. Grazie, Tack  mycket e Buonanotte.  ***** **** 

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.