stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

domenica 15 novembre 2015

Ci sono profughi e terroristi e non sono esattamente la stessa cosa.


Malgrado le restrizioni alle frontiere la Svezia continua ad accogliere profughi. Solamente il primo giorno di controlli è stato riconosciuto lo stato di profugo a ben 500 persone,ca.40 sono in standby, meno di 10 sono stati respinti. E sopratutto circa 130 bambini arrivati soli sono stati presi sotto la protezione della croce rossa svedese ed altre organizazioni. Quindi malgrado l`aumento dei controlli tutto funziona abbastanza bene. Però attenzione perchè adesso gira “voce”  che uno dei terroristi di Parigi sia entrato nell'UE attraverso la via di fuga di Lesbo in Grecia. Ed è naturalmente possibile. Ma cosa vuol dire? I terroristi sono ovunque ed è vero che sono nascosti in tutto il mondo e lo fanno anche bene in qualsiasi modo possibile e immaginabile. Sono a Parigi, in Medio Oriente, negli Stati Uniti, a Oslo, a Stoccolma, nel mondo intero appunto. É chiaro che il terrorismo deve essere combattuto ovunque e in ogni momento. Ma se iniziamo a mettere il segno uguale tra profughi e terroristi allora abbiamo intrapreso una strada estremamente pericolosa e distruttiva. Ed è propio su questa strada che i terroristi ci vogliono trascinare. Perchè ci porta paura e tanta insicurezza in più. 
Kaos e paura sono i migliori alleati degli estremisti. RICORDIAMECELO.


Post in evidenza

Intrigo a Stoccolma. (Parte 1)

Stoccolma: Settembre 1965 Arrivai in Svezia in una giornata come quella di oggi. Calda, cielo un pò nuvoloso con sprazzi d`azzurro in...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.