Se non dovessi tornare.

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

martedì 18 febbraio 2014

Gli svedesi adorano i cani.

Gli svedesi adorano i cani.

Non come noi italiani che compriamo il cappottino per cani, le crocchette con dosi massicce di vitamine e il collare con le medagliette fighe.
Gli svedesi investono in corsi di addestramento per cuccioli e veterinario.
Vi sembra poco? Io non ho mai visto cani educati come qui in Svezia. Puoi passeggiare tranquillamente in un parco riservato ai cani senza che gli stessi mostrino alcun interesse per te o, che so io, per il korv che stai trangugiando.
Questo rende la tua vita, quella del cane e del suo padrone, molto più semplice.

I cani vengono lasciati liberi solo negli spazi riservati ai cani, quasi mai lasciano disgustosi souvenirs sul marciapiedi (perchè anche i padroni dei cani sono abbastanza ben addestrati) ed entrano in locali e ristoranti, dove ciò è consentito.

Ho visto cani tranquillamente accucciati sul pavimento ai piedi dei loro padroni durante una cena tra amici, cani viaggiare in treno, bus e metro senza abbaiare, annusare, muoversi o dar fastidio a nessuno.
Ho visto cani nel cestello della bici andare a passeggio con i loro padroni, attendere pazientemente il padrone fuori al supermercato, fermarsi al rosso di un semaforo e viaggiare in auto come un passeggero qualunque.

Quello che però non avevo mai visto prima di venire in Sezia,è il cane ingegnere.
Non ne avete mai visti? Nella ditta dove lavoravo ce ne erano molti. Popolavano gli uffici nelle interminabili ore di lavoro al pc, uscivano per una passeggiatina col padrone in pausa pranzo ed entrano perfino in laboratorio. Senza indossare il camice, sappiatelo.
Ancora oggi Il cane ingegnere, che per brevità chiameremo ingenjörhund, gode di ampi privilegi negli uffici tecnici e group leaders. Più è alto il titolo accademico del suo padrone, più spazioso e luminoso è l’ufficio, comodo il sofà, morbido il tappeto. L`ingenjörhund soffre di solitudine come tutti cani che restano da soli a casa mentre i padroni sono al lavoro e, per questo, viene riservato loro un angolo di ufficio.
källa:il blogdialtrodove

Da qui a prendere parte alle riunioni del mercoledi’….

…è un passo:

Nota: il cane in riunione non ha acconsentito alla pubblicazione della foto e desidera mantenere l’anonimato.

 


Post in evidenza

LA VITA CONTINUA

La vita la combattiamo ogni giorno, con tutti i suoi problemi e le apprensioni che ne conseguono, ma poi alla fine nel nostro intimo ognun...

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.