stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

venerdì 21 giugno 2013

Traffico, inprecazioni e Palo di Maggio.


Il Palo di Maggio
Oggi pomeriggio tornando a casa sono rimasto imbottigliato in una coda di 10Km. Motivo...?  Domani in Svezia si festeggia "il palo di Maggio" o festa di mezza estate ed hanno deciso di partire tutti insieme...!!!! "Ma allora è come in Italia," direte voi. Macchè ci sono molte differenze tra l`italico/pensiero e lo svedala/pensiero.
Ve ne propongo quattro, che mi sono venuti in mente, inprecando, mentre ero in coda...!
foto: Aftonbladet

1) Italia.tempo grigio piove tutto il giorno,
L’italiano: Si tappa in casa o scappa al centro commerciale aspettando che spiova per ingannare il tempo scomoda le anime sante del purgatorio, i santi dal paradiso, e un discreto numero di madonne. Fa gli scongiuri perchè smetta al più presto. Si lamenta. Smette di piovere/esce il sole.
L’Italiano: ringrazia il santo protettore del paese e riprende le attività quotidiane.
Svezia .Buio per diversi mesi, giorno e notte. Viene l`estate e piove per un mese intero.
Lo svedese: va a funghi, passeggia sotto la pioggia in maglietta a maniche corte, arrostisce le sue salciccie al barbeque.
Improvvisamente smette di piovere. Esce il sole.
Lo svedese: è preso dal panico si precipita in giardino per innaffiare il prato.

2) Compleanni: E’ il compleanno di Franco. In paese lo sanno tutti. Franco telefona agli amici invitandoli in pizzeria per festeggiare il suo compleanno.
Franco paga per tutti.
”Se nun c’ha sordi” invita gli amici a casa e prepara du’ spaghi burro e parmigiano”

Svezia: Kalle compie gli anni. Non si ricordava nemmeno la madre...! ma Kalle invia sms a tutti gli amici e li invita al ristorante/al pub/al sushi bar.
Ognuno paga per se. Se Kalle ha una bella casa invita gli amici a casa. Ognuno porta qualcosa da mangiare o da bere. Kalle compra un preparato in polvere per fare una torta al gusto di cartone. Tutti gli fanno i complimenti e mangiano la torta di cartone.

3) Estate italiana. Settimana di Ferragosto.
Città vuote e spiaggie affolatissime. Se hai la grana vai in Sardegna, senza grana vai al ”lido di Ostia” a nuotare con le tracine. Basta che sia mare. Senza ombrellone e con l’olio solare comprato in offerta al supermercato sotto casa,  per un’abbronzatura selvaggia che deve durare fino a Natale.

Estate svedese, un periodo indefinito tra giugno e luglio, con temperature tra i 10 e i 15 gradi.
Svedese: tira fuori la bicicletta/la canoa/ canne da pesca/ carica tutto su una vecchia VOLVO e se ne va in canoa in qualche torrente del Nordland.
4) Il cane, il miglior amico dell’uomo.
Italia: ci sono 10 gradi, fa freddo, il cane rimane in casa “ altrimenti si raffredda…” esce solamente per andare dal veterinario indossando un elegante cappottino a motivi natalizi.
Svezia: ci sono 20 gradi…..sotto zero. La mia Chicca salta e gioca felice nella neve, senza cappottino e apparentemente senza disagio alcuno.
Chicca gioca sullaneve con 20g.sotto zero.
Buon Palo di Maggio a tutti.

 

Post in evidenza

Venite tutti in Svezia

Venite tutti in Svezia: Gran gnocca che la dà facile, fighi vichinghi idem. Stato ricco mi ci ficco. Vivere senza lavorare. Servizi ecce...

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.