Se non dovessi tornare.

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

venerdì 2 agosto 2013

Se abbandoni il tuo cane… stai attento!!!

Prima settimana d`agosto in Italia: Pronti via, iniziano le vacanze e tutti o quasi sono pronti a partire. Da tempo si è organizzato il viaggio, cercato la meta, praparato tutto nei minimi dettagli...
Già, ma qualcuno ha dimenticato di avere un animale domestico... o forse no?
C'è chi ha pensato a sistemare i propri compagni di coccole in modeste pensioncine o in sfarzosi centri per animali, chi ha deciso di provare una vacanza diversa portando con sè il proprio animale e chi da tempo (come me...) fa questo tipo di scelta. Ma c'è anche chi ha in mente tutt'altro che un pensiero d'amore per il proprio animale: l'abbandono.
Sapete che fine fa un animale abbandonato?
Sicuramente tutti voi che leggete siete stati almeo una volta nella vita lasciati dalla persona che amavate, un fidanzato/a, qualcuno di voi ha perso un parente o un amico caro... Non voglio far riaffiorire dolori passati, ma pensate al senso di abbandono che avete provato nel momento di queste perdite... ecco cosa prova un animale abbandonato!
Si forse brutale come esempio, ma forse fa riflettere un con un po' di rabbia al fenomeno dell'abbandono di animali!
L'abbandono dei cani e' un fenomeno grave che aumenta in modo preoccupante prima di ogni estate. Particolarmente in questo periodo un gran numero di cani vengono abbandonati dai loro padroni che vogliono andare in vacanza senza problemi.
Gli amici di un tempo, magari ormai cresciuti, non piu' teneri cuccioli, sono diventati un ingombrante fardello di cui ci si vuol liberare. Purtroppo questa condotta incivile di molte persone, ci costringe ad impegnare ingenti risorse pubbliche per riparare a situazioni che non dovrebbero nemmeno crearsi se, noi cittadini, rispettassimo alcune semplici norme di comportamento nei confronti dei nostri amici a 4_zampe. La sola fortuna di chi abbandona gli animali è che loro non possono parlare. A loro manca la parola, ma se potessero parlare avrebbero molto da dire. 
Migliaia, ogni anno, gli animali abbandonati: il problema è più evidente nei mesi estivi, quando il cane o il gatto sembrano un problema irrisolvibile, un problema che addirittura sembra mettere in forse le vacanze dei padroni. E così dopo la convivenza, dopo i bei momenti passati insieme, dopo averli nutriti e fatti sentire a casa, migliaia di animali vengono lasciati per strada senza nessun rimorso. E se loro - gli animali - non possono parlare, gli uomini giudicano e la legge condanna: l'abbandono è un reato!! 
Non riesco a comprendere un simile gesto, non intendo accettare scusanti, compromessi, non voglio sentire nessun MA o SE!!  Se si sceglie di condividere la propria vita con un animale si sa in partenza che vi sono delle rinuncie o dei sacrifici da fare. Un animale non è un giocattolo di compagnia! Non esiste ragione per abbandonare un animale in mezzo ad una strada, è un atto di codardia e di irresponsabilità verso chi ha riposto la sua totale fiducia in te e che ha incondizzionatamente donato la sua fedeltà verso il proprio padrone. 
Non sono per la violenza e non sono per la repressione, ma in casi di abbandoni dovrebbe essere applicata una specie di giudizio popolare! Quasi mai gli individui che mettono in atto il gesto di abbandonare vengono colti sul fatto, bè io dico: "ABBIATE PAURA!! Perchè se qualcuno con un pò di buon senso come me... dovesse vedervi avrei (o avremmo) pieno diritto a condurvi in polizia a forza di calci in culo...!!!! "
 

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.