stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

domenica 28 giugno 2015

Uno spot commovente contro l’abbandono degli animali


I genitori protagonisti di questo video decidono di adottare una bimba. Lei diventa subito parte della famiglia e crescendo fa quelle piccole, normali cose che tutti i bimbi fanno: disturba i genitori mentre sono impegnati, litiga con la sorella più grande. Con il passare del tempo i genitori sono sempre più indispettiti da questo comportamento e smettono di accudirla come agli inizi. Un giorno il papà decide di prendere una decisione drastica e quello che fa, colpisce nel cuore. Guardate il video fino alla fine…
Questo video, con una metafora commovente, è stato realizzato come spot contro l’abbandono degli animaliIl cane viene impersonato da una bambina che una volta adottata viene coccolata e amata dai suoi genitori. Il finale non ce l’aspettiamo, ma sicuramente ci farà riflettere.
Ogni anno quando si avvicina il periodo estivo o in concomitanza con alcune festività particolari, chi possiede un cane si trova a dover organizzare le proprie vacanze in funzione del fedele amico. 
Molte sono le soluzioni, da quella di scegliere luoghi e soggiorni organizzati anche a misura di cani, o semplicemente rivolgersi ad un parente o amico di fiducia che per quel periodo possa prendersene cura con la stessa vostra amorevolezza. Quando adottate un animale, ricordatevi che è un essere vivente. Se non siete disposti a riservargli le stesse attenzioni che dareste a un bambino, lasciate perdere.
*****
La mia nipotina Minea, con Chicca
Non sono per la violenza e non sono per la repressione, ma in casi di abbandoni dovrebbe essere applicata una specie di giudizio popolare! Quasi mai gli individui che mettono in atto il gesto di abbandonare vengono colti sul fatto, bè io dico: ABBIATE PAURA!!  Perchè se qualcuno con un pò di buon senso come me... dovesse vedervi avrei (o avremmo) pieno diritto a condurvi in polizia a forza di calci in culo...!!!!  (Parola di nonno Franco.)


Post in evidenza

Intrigo a Stoccolma. (Parte 1)

Stoccolma: Settembre 1965 Arrivai in Svezia in una giornata come quella di oggi. Calda, cielo un pò nuvoloso con sprazzi d`azzurro in...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.