stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

Post in evidenza

"Nostalgia di castagne"

Voglia di caldarroste, nastalgia di casa, chiamatela come volete, ma a me in questa domenica novembrina freddina e cortissima (qu...

lunedì 17 ottobre 2016

Le 10 cose strane da fare a Stoccolma: una guida alternativa

1. Visita una galleria d’arte… pagando solo il biglietto della metro.
La metropolitana di Stoccolma conta più di 100 stazioni, e almeno 90 di esse contengono elaborate installazioni di arte contemporanea come decorazione. Il sistema di metropolitana fu creato nel 1941, e aperto al pubblico nel 1950.
Viaggiare in metropolitana a Stoccolma è come visitare una galleria d’arte in movimento, e ciò permette a chiunque di godere di incredibili mosaici, dipinti, installazioni e sculture.
E la parte migliore?
Paghi solo il biglietto della metropolitana per accedervi.

2. Scopri il lato hipster di Stoccolma.
Molte persone associano Stoccolma con una città di business, ma c’è anche un altro lato nascosto, un lato hipster.
Se passi per Södermalm, noterai un’atmosfera creativa e trendy; il quartiere è pieno di bar, ristoranti alla moda, negozietti strani ed eclettici che vendono oggetti di design e vintage.
Södermalm è stato eletto da Vogue nel 2014 il “quartiere europeo più cool”… cosa aspetti a visitarlo?
Vinterviken è il luogo dove sorgeva la prima fabbrica di nitroglicerina al mondo, dove Alfred Nobel costruì il suo successo.

3. Visita i luoghi di Alfred Nobel.
Il luogo fu scelto con attenzione: circondato da colline per proteggere le aree circostanti da ogni esplosione accidentale, ma comunque vicino a Stoccolma.
Oggi rimangono solo poche tracce della vecchia fabbrica da cui nacque la dinamite, che ospita un ristorante, ma gli appassionati di scienza possono comunque cercare i pochi bunker per le esplosioni che rimangono vicino all’acqua.

4.  Viziati con una cena stellate
Chi ha detto che il cibo svedese non è nulla di che?
Prova prima a cenare nel famoso ristorante stellato Michelin Gastrologik, situato nel quartiere hip di Östermalm: cenare in uno dei tavoli comuni al Gastrologik è un ottimo modo per immergersi nella cultura culinaria svedese (sì, esiste!) e per cenare tra gli abitanti locali.
Gli ingredienti arrivano direttamente da fattorie locali, e molti piatti vengono preparati direttamente al tavolo.

5. Colora una torre usando il tuo smartphone
Un’installazione d’arte che TU puoi controllare direttamente dal tuo cellulare? Cosa?!?
L’installazione permanente Colour by Numbers, che si trova sulla torre di Telefonplan, deve essere l’unica al mondo che chiunque può controllare in modo così semplice.
Vuoi che tutte le luci siano rosa? Basta usare la app; e se non hai uno smartphone, è possibile chiamare un numero gratuito e colorare la torre in questo modo. Da provare.

6. Prendi il sole a Långholmsbadet
Non hai mai pensato che fosse possibile andare in spiaggia a Stoccolma, eh?
Eppure si può: sull’isola di Långholmen c’è una spiaggia molto carina (chiaro, non sei a Bora Bora!) chiamata Långholmsbadet Beach: qui puoi rilassarti con gli amici e fare il bagno se sei coraggioso a sufficienza.
La spiaggia offre diversi servizi tra cui banchetti che vendono cibo di strada, hotel, motel, un campeggio e il Långholmen Inn’s cafè dove prendere un cocktail o un gelato.

7. Mescolati ai giovani locali al Trädgården
Uno dei luoghi più trendy del momento a Stoccolma si trova sotto un ponte: questa venue non poteva che trovarsi a Södermalm, che come abbiamo già visto è il quartiere più cool di Stoccolma.
All’interno dello spazio puoi trovare il Trädgården, una discoteca, ma anche uno spazio per esibizioni d’arte, una stazione della radio e un ristorante vegetariano. Mai nulla a Stoccolma ha una singola funzione!
Ma i giovani di Stoccolma non vengono al Trädgården soltanto la sera: nei weekend qui puoi trovare un fitto calendario di eventi e mercati di vario tipo.

8. Bevi vodka nel bar di ghiaccio
Se il freddo invernale di Stoccolma non ti basta, allora fai una puntatina all’ Absolut Ice Bar, che trovi all’interno del Nordic C Hotel in centro città.
Che sia estate oppure inverno, qui troverai sempre un freddo polare con -7 gradi (ma non ti preoccupare, all’entrata ti forniranno di giaccone pesante e cappello di pelo) e vodka svedese a fiumi.
L’entrata costa 15 euro e include il primo shot di vodka.

9. Entra nella casa di Pippi Calzelunghe
Se quando eri piccolo guardavi Pippi Calzelunghe e sognavi le sue avventure, questa è la tua occasione per rivivere quelle emozioni.
Junibacken a Stoccolma non è un vero e proprio parco di divertimenti, ma un grande spazio che rende omaggio ai personaggi creati dalla svedese Astrid Lindgren.
Oltre alla casa gialla di Pippi e al cavallo a chiazze nere, potrai salire sul treno Sagotåget che ti porterà sopra ai tetti e alle scenografie delle varie storie. Per bambini e per tutti i grandi che si sentono ancora bambini.

10. Visita un centro culturale con vista
Kulturhuset è uno dei più grandi centri culturali in Europa, ed è situato nel centro di Stoccolma.
All’interno puoi trovare biblioteche, un teatro, e spettacoli di musica, letteratura e cinema; ci sono inoltre delle esibizioni di arte e fotografia, spesso con entrata gratuita.
I giorni in cui il tempo è clemente, inoltre, è possibile pranzare sulla terrazza sul tetto al quinto piano: un’ esperienza spiccatamente stoccolmese.  
da scambieuropei




Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.