stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

sabato 19 giugno 2010

Finalmente...!


Oggi,sabato 19 giugno, a Stoccolma la principessa ereditaria Victoria di Svezia, 32 anni, sposerà il suo inbranato personal trailer Daniel Westling. Nella foto in basso durande la cerimonia di ieri mentre tocca le chiappe alla futura regina di Svezia. Le nozze,che verranno seguite dalle emittenti svedesi per quasi tutta la giornata, saranno celebrate alle 15.30 dello stesso giorno del matrimonio, avvenuto nel 1976, del re e della regina, Silvia Sommerlath. Per l'evento si attendono oltre un milione di persone. Qualche giorno fa è stato svelato il nome dello stilista che ha disegnato l'abito della sposa, si tratta di Paer Engsheden.Con il suo modo di fare amichevole e spontaneo l'erede al trono Victoria ha conquistato la Svezia. Qualche polemica, però, sta accompagnando questo evento per i milioni di corone spesi per le nozze, circa due milioni e mezzo di euro. Dalla casa reale è stato sottolineato che l'evento porterà alla Svezia turismo e visibilità, ma noi contibuenti non siamo molto contenti. A nostro carico, infatti, sarà metà del costo delle nozze. L’altro assegno lo staccherà, a suo buon cuore, papà Carlo Gustavo. Ma non sembra abbastanza, soprattutto in un momento come questo, anche se dalla casa reale hanno fatto notare che l’evento porta alla Svezia turismo e visibilità. E così anche alcuni poeti svedesi chiamati a comporre per festeggiare l’amore della principessa hanno declinato l’invito.

Comunque sia la macchina matrimoniale è andata avanti e sembra avvolgere di rosa una Stoccolma che quetta mattina è baciata dal sole,con fiocchi di tulle bianco appesi alle finestre e tante altalene rosse a forma di cuore.
Oggi finalmente sposi !
Posted by Picasa

Post in evidenza

18 Gennaio

Oggi, come ogni 18 gennaio, è il mio genetliaco, in uno sciagurato giovedì mattina di tanti anni fa, non so a che ora, nella periferia...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.