Chi sono.

La mia foto

Ingegnere della serie "meglio tardi che mai."  Nato in provincia di Roma e sopravvissuto a 50 inverni svedesi, ad un matrimonio, due figli e due nipotini alla veneranda età di "over 70+" anni desidera ancora comunicare riflessioni ed idee, per il bene di tutti.

venerdì 20 luglio 2012

Cercami

Cercami: Ricorda la mia storia
lascia scorrere le immagini, le parole
di quand’eravamo giovani e sprovveduti
quando i nostri anni erano solo sogni.

Cercami: torna all’inizio.
Riascolta le voci, i rumori
scopri gli angoli bui
quanta sofferenza c’è 
dietro ad un sorriso.

Non dimenticare la mia storia
quando cammini per le strade
e incontri la mescolanza di razze
gli incroci di culture,
quando vivi le mie contraddizioni 
sulla tua pelle.

Cercamii: La mia storia
rileggila al contrario
col senno di poi
e guardami negli occhi
guarda come il tempo
mi ha segnato
la cicatrice che mi ha lasciato
in un angolino
della mia/tua storia.
 *****

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.