Se non dovessi tornare.

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

lunedì 11 novembre 2013

Verso l’Italicidio perfetto


Si, avete capito bene: “Italicidio”. Questo neologismo che un quotidiano ha coniato intende esprimere appunto l’uccisione dell’economia italiana che i nostri politici stanno perpetrando.
 Stò  esagerando? Fate un pò voi: ad esempio, voi che cosa ci trovate di positivo nelle seguenti notizie, tratte dagli eventi di queste ultime settimane?

1*-Tutte le stime più ufficiose di crescita per l’Italia nel 2014 sono al massimo dello 0,4 – 0,7%: chissà dove Saccomanni ha sentito che cresceremo dell’1%, forse al Tg4?!?


2*-Il nostro rapporto deficit/pil ha superato di nuovo il 3%, così rischiamo una nuova procedura d’infrazione da parte dell’UE;


3*-I fatturati per le nostre imprese sono in continuo calo;


4*-Il premier Letta vuole nominare un altro commissario della spending review, peccato che siano almeno 20 anni che si parla di spending review e che decine di studi siano già stati fatti, anche l’anno scorso dai commissari nominati dal governo Monti: ma cosa c’è ancora da studiare?!?;


5*-Da quando è entrato il carica il governo Monti (fine 2011) non sono ancora riusciti a tagliare un centesimo di quella dannata spesa pubblica che ci sta strangolando, dal primo di ottobre è aumentata l’IVA di un punto percentuale e ad oggi, stanno ancora cercando delle coperture. Ma certo, ecco fatto: l’unica soluzione che sanno trovare è sempre la stessa da più di vent’anni, quella di aumentare le accise sui carburanti!!!


Ma si, andate pure avanti così, finchè la barca va lasciatela andare, peccato che l’Italicidio perfetto si stia lentamente compiendo…



Post in evidenza

LA VITA CONTINUA

La vita la combattiamo ogni giorno, con tutti i suoi problemi e le apprensioni che ne conseguono, ma poi alla fine nel nostro intimo ognun...

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.