stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

venerdì 30 maggio 2014

Perché a me l’Italia piace


L’elenco delle cose che attualmente  avvengono in Italia è lungo e scoraggiante. E tutte queste vicende suscitano  tanta indignazione.

Tuttavia ci sono molte altre cose per le quali a me l’Italia piace. Ecco un sommario non esaustivo:
  • Perché è bagnata dal Mediterraneo;
  • Perché è incoronata dalle Alpi e cordonata  dagli Appennini;
  • Per le sue coste frastagliate;
  • Per i suoi boschi rigogliosi e le sue macchie verdeggianti;
  • Perché è stata scelta da Pitagora per aprire la sua scuola;
  • Perché è stata ramificazione  della Grecia di Pericle;
  • Perché è stata visitata da Paolo di Tarso e perché custodisce le spoglie di Pietro il Pescatore: entrambi  hanno reso il nostro Paese polo centrale della cultura giudaico-cristiana;
  • Perché vi è la sede del Capo del cristianesimo;
  • Perché è stata la culla del Rinascimento;
  • Perché ci sono  le città di Roma, Firenze, Venezia e Napoli;
  • Parchè ci sono il Colosseo e gli scavi di Pompei;
  • Perché l’Italia ha dato i natali:
    • a Cassiodoro,  Francesco d’Assisi, Tommaso d’Aquino;
    • a Dante, Petrarca e Boccaccio;
    • a Giotto,  Michelangelo,  Bernini e Raffaello;
    • a Leonardo da Vinci e Galileo  Galilei;
    • a Machiavelli,  Giosuè Carducci,  Ugo Foscolo,  Giovanni Pascoli,  Giacomo Leopardi e Alessandro Manzoni;
    • a Giuseppe Verdi,  Gioacchino Rossini e Antonio Vivaldi;
    • a Maria Montessori e Antonio Rosmini;
    • Si, l’Italia mi piace perché è il Paese di Carlo Rubbia e Renzo Piano;
    • Perché …….. mi fermo: ci sono tante altre cose per cui  sono orgoglioso di essere italiano.
källa:l`arengo del viaggiatore
Tutte queste cose sono per sempre e sono solo nostre, esclusive.

Mentre le cose brutte che suscitano indignazione, almeno in parte, non sono solo nostre. E queste, tutti insieme,  dobbiamo alimentare la speranza e  agire per poterle cambiare.

Ah! Dimenticavo: l’Italia mi piace anche perché ci sono tante persone perbene tra le quali, caro lettore,  penso che ci sei anche tu.







Post in evidenza

18 Gennaio

Oggi, come ogni 18 gennaio, è il mio genetliaco, in uno sciagurato giovedì mattina di tanti anni fa, non so a che ora, nella periferia...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.