stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

venerdì 29 agosto 2014

Il turco in Svezia

Elezioni in Svezia, si vota anche in Turchia
Sono circa 100 mila le persone che vivono in Svezia e provenienti dalla Turchia e quasi la metà di queste vengono dalla città di Konya(Turchia) particolarmente dalla località Kulu. Come succede ogni anno queste 50 mila persone d'estate tornano nel loro paese d'origine per fare le ferie. Tuttavia quest'anno in questo periodo(14 Settembre) in Svezia si svolgeranno le elezioni nazionali e locali. Quindi il governo svedese ha deciso di aprire dei seggi anche a Kululu per far praticare a queste 50 mila persone(già cittadini svedesi) il loro diritto al voto.
Le elezioni svedesi a Kulu(Turchia) si sono svolte il, 27 Agosto 2014, presso il Consolato onorario dello Stato di Svezia inaugurato il 27 Giugno di quest'anno.
Erdal Akdeve, cittadino svedese di origini turche, è il primi consolato onorario dello Stato di Svezia a Kululu. Akdeve dice che quello che succede in questi giorni in Turchia è un'esperienza senza precedenti per lo stato svedese. Non finisce tutto con un semplice servizio offerto dallo Stato, a Kululu si sono svolte anche delle campagne di propaganda. Per esempio Sedat Dogru dell'Alleanza di Destra come Mehmet Coksurer dell'Alleanza di Sinistra Verdi hanno portato avanti le campagne elettorali dei loro partiti anche qui a Kulu(Turchia).

L`immigrazione turca verso la Svezia (Stoccolma) come quella italiana è inziata negli anni 60.

(Il ragazzo del video si chiama Mauro Scocco,
 italosvedese di terza generazione)

Post in evidenza

18 Gennaio

Oggi, come ogni 18 gennaio, è il mio genetliaco, in uno sciagurato giovedì mattina di tanti anni fa, non so a che ora, nella periferia...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.