stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

giovedì 25 settembre 2014

Buongiorno dal grande Nord.


Quando qualcuno mi domanda cosa ci trovi di tanto speciale nel Grande Nord non so mai bene cosa rispondere. E' un amore così profondo e complesso da non poter essere spiegato in poche parole ed in pochi secondi.  Gli amici si chiedono come sia possibile che io adori passare le mie vacanze in posti di questo tipo e io so bene che, anche se tentassi di spiegare quali sono i motivi che mi legano a queste terre, non riuscirei a scalfire minimamente il loro scetticismo a riguardo e non potrebbero comunque capire perchè per noi mediterranei la vacanza è rigorosamente al mare e rigorosamente al sole. Senza spiaggia non è estate, senza bagni non sono vacanze. Mi guardano interdetti bollando la Scandinavia con un superficiale, sciocco e sbrigativo "è fredda e tutta uguale"...   

Cosa rispondere dunque se queste sono le premesse? Loro e il loro mare cosa ne possono sapere della magica potenza che esprime un cielo plumbeo e nuvoloso sui tetti di rame della meravigliosa e vibrante Stoccolma e delle sensazioni indelebili che si provano quando ti ritrovi ad ammirare lo spettacolo della natura in una giornata di pioggia  avendo chiara e forte la sensazione di poter accarezzare quelle nuvole così basse, minacciose e cariche di energia? E sentirti vivo ed elettrico in mezzo a questa forza e bellezza contagiosa...!!



Post in evidenza

Intrigo a Stoccolma. (Parte 1)

Stoccolma: Settembre 1965 Arrivai in Svezia in una giornata come quella di oggi. Calda, cielo un pò nuvoloso con sprazzi d`azzurro in...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.