Se non dovessi tornare.

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

martedì 15 settembre 2015

Buonanotte al passato.

Buonanotte ai ricordi che non fanno più così male, 
ai ricordi che abbiamo imparato ad accettare e non vogliamo più dimenticare.
A quei giorni che ci hanno cambiato e ci hanno resi quello che siamo.
Ai giorni passati a crescere ed imparare nuove cose.
A chi ha provato a farsi capire e non ce l’ha fatta.
A chi ora si è perso..
 ***
Buonanotte a chi vive da solo.
A chi con gli anni ha imparato a contare solo su se stesso.
A chi ragiona da sé, che “chi fa da sé fa per tre”.
A chi va avanti per la sua strada, senza ascoltare niente e nessuno.
A chi poi, magari, sbaglia, ma almeno non si pente.
 ***
Buonanotte a chi pensa sono “uno dei tanti”.
A chi fra tante ha trovato quella speciale.
A chi ancora la cerca.
A chi sa che tutti siamo speciali così come siamo.
 ***
Buonanotte Stoccolma, a te, a me, e a chi ci vuole bene.


Post in evidenza

LA VITA CONTINUA

La vita la combattiamo ogni giorno, con tutti i suoi problemi e le apprensioni che ne conseguono, ma poi alla fine nel nostro intimo ognun...

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.