stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

venerdì 18 settembre 2015

“Godmorgon September”

Buongiorno Settembre, all’aria fresca, alle prime piogge,
ai vestiti pesanti, alle coperte, ai film e ai pop corn.”
A quelle giornate autunnali che iniziano ad arrivare.
Alla pioggia che si guarda fuori dalla finestra.
A chi in questo mese festeggia qualcosa “perché quest’anno è stato migliore del precedente e il prossimo lo sarà ancora di più.”
Alle nuove esperienze.
Ai nuovi lavori.
Ai nuovi inizi.
“Ai 1000 nuovi impegni che questo mese porta con sé.
Agli orari da rispettare e ai nuovi obiettivi da raggiungere.
Allo studio, al lavoro, e alla musica,
Agli amici di sempre, gli affetti di sempre o quelli da poco affacciati nelle nostre vite.”
A quelli che sono andati via.
A quelli che si sono allontanati.
A quelli che non mancheranno.

“Buongiorno a chi non si ferma mai.
A chi non si arrende mai.
A chi ha sempre nuove mete da raggiungere.
A chi si stanca e si ferma ma solo per riposare un po’.
A chi non ci crede più,
A chi pensa di essere finito e invece poi, come ogni volta, 
si rialza e più fiero di prima prosegue per la sua strada.”
*****



Post in evidenza

Intrigo a Stoccolma. (Parte 1)

Stoccolma: Settembre 1965 Arrivai in Svezia in una giornata come quella di oggi. Calda, cielo un pò nuvoloso con sprazzi d`azzurro in...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.