Se non dovessi tornare.

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

giovedì 24 settembre 2015

Papa Francesco sceglie una FIAT (mica una Volkswagen) per la sua visita in Usa.


Dopo aver ottenuto un benvenuto con tappeto rosso da parte del presidente Barack Obama, Papa Francesco è salito sui sedili posteriori di una Fiat 500L, poi ha tirato giù il finestrino e, mentre l’auto si allontanava, ha salutato tutti con la mano. Infine, la Fiat 500L si è subito “persa” tra i massicci SUV dei Servizi Segreti americani che lo hanno accompagnato in un corteo che dalla base di Andrews Base lo ha condotto a Washington. E’ molto facile riconoscere dov’è il Papa perché è l’auto più piccola del corteo.“, ha detto padre Federico Lombardi, portavoce del Pontefice
Il Corriere della Sera ha riferito sul suo sito web che Papa Francesco utilizzerà sei Fiat 500L per visitare Washington, New York e Philadelphia, e una Jeep bianca aperta progettata per consentire di rimanere in contatto con la folla al suo passaggio.
Papa Francesco ha lasciato la base aerea di Andrews, dove è sceso giungendo negli Stati Uniti da Cuba, dopo aver salutato la famiglia Obama, a bordo di una Fiat 500L con la targa del Vaticano.

Il particolare ha colpito i media statunitensi che lo hanno rimarcato nei loro reportage, sottolineando come papa Francesco si sia servito non di una limousine o di un Suv, solitamente usati da personalità di una certa importanza, come i capi di Stato, ma abbia preferito “un’auto semplice”.


 

Post in evidenza

Venite tutti in Svezia

Venite tutti in Svezia: Gran gnocca che la dà facile, fighi vichinghi idem. Stato ricco mi ci ficco. Vivere senza lavorare. Servizi ecce...

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.