stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

Post in evidenza

"Nostalgia di castagne"

Voglia di caldarroste, nastalgia di casa, chiamatela come volete, ma a me in questa domenica novembrina freddina e cortissima (qu...

giovedì 13 ottobre 2016

”Non è mai troppo tardi”


”Non è mai troppo tardi.” È quanto ha detto oggi Francesco De Gregori, quando ha saputo che al suo artista di referimento da sempre (al quale ha anche dedicato un album: “De Gregori canta Bob Dylan - Amore e furto”.)
L`Accademioa di Stoccolma aveva assegnato il Nobel per la letteratura si propio a LUI: “Robert Allen Zimmerman” meglio conosciuto come Bob Dylan, 75 anni compiuti lo scorso Maggio con la seguente motivazione: «per aver creato una nuova espressione poetica nell'ambito della grande tradizione della musica americana». 

Anche secondo me è un premio pienamente meritato, al contrario di quello dato a suo tempo a Dario Fo. Chi critica questa scelta dimostra di non aver mai letto i TESTI di questo grandissimo poeta che, oltre a scrivere e interpretare la musica, ha scritto anche tutti i testi delle sue canzoni.
Per tale ragione si permettono ora di offrirci un campionario di commenti purtroppo giudicabili stupidi e ignoranti (nel senso che ignorano…) Dylan è stato premiato perchè quasi tutti i testi delle sue canzoni potrebbero essere pubblicati in testi soprattutto poetici che spesso non hanno nulla da invidiare ai testi di poeti che nel passato hanno goduto del riconoscimento offerto da Stoccolma: quindi ecco un riconoiscimento inaspettato ma non per questo immeritato.
Dylan è vissuto in un periodo storico molto concitato - erano gli anni dell'assasinio di Kennedy, della crisi cubana, della guerra in Vietnam e della tensione Usa-Urss - le sua canzoni di protesta hanno alimentato in noi giovani di quegli anni lo spirito di ribellione e l'ardore nel combattere per difendere i diritti umani di ogni individuo. I testi delle sue canzoni erano e rimangono messaggi di pace contro ogni forma di soppruso e violenza: dalle armi nucleari alla guerra, dal razzismo alle condizioni di povertà e schiavitù. 
Grande Bob, un mito e un grande poeta…How many time!!!


Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.