stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

lunedì 31 ottobre 2016

Papa Francesco va in campagna.


Uno degli interrogativo che ha assillato la stampa svedese negli ultimi giorni è stato: ”Dove sarà alloggiato papa Francesco”. Interrogativi e speculazioni sono state tantissime ma tutto è stato mantenuto nel massimo riserbo fino a ieri quando in una nota del Vaticano l`arcano è stato svelato.
Niente palazzi reali e tappeti rossi per papa Francesco ma una normale casa di campagna del piccolo villaggio di Igelösa immerso nella quiete della campagna svedese (un paradiso…) Le poche anime che abitano questo piccolo idilio non ci credono molto e indicano un vecchio convento non molto distante. Anche se poi si ricordano di aver notato strani movimenti di poliziotti armati fino ai denti.
Peter Honeth, che abita nella fattoria del Pastore del Villaggio laggiù accanto alla vecchia Chiesa dove c`è il cimitero. Dice che negli ultimi giorni una ”chiacchera” in paese era girata ma anche lui è scettico. Poi aggiungie: certo per il nostro piccolo villaggio sarebbe un grande avvenimento anche se io non credo che la Svezia e gli svedesi abbiamo capito appieno il significato di questa visita.
Ewa-Gun Westford, poliziotta del paese dice subito che lei non intende commentare la visita del papa e tanto meno dove sarà ospitato. Anche perché tutte le speculazioni fatte in settimana sono state poi smentite. "Certo la polizia ha per abitudine di far passare notizie come farina attraverso un setaccio ma questa volta sono rimasta veramente impressionata. Non è passato NIENTE!!!” Aggiuge con spirito di corpo. Più chiara è la signora Britta Nilsson maestrina della locale scuola elemtare di Igelösa: ”Io a Lund non ci vado nemmeno se mi pagano” La signora Britta ha molti punti di vista riguardo alcuni comportamenti avuti dalla chiesa cattolica durante i secoli.

Eppure se i dati forniti dal vaticano non sono delle piste false date per confondere le idee molto mi fa pensare che Britta oggi suo malgrado si troverà molto vicina a papa Francesco. 
parola di nonno Franco.



Post in evidenza

Intrigo a Stoccolma. (Parte 1)

Stoccolma: Settembre 1965 Arrivai in Svezia in una giornata come quella di oggi. Calda, cielo un pò nuvoloso con sprazzi d`azzurro in...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.