stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

domenica 15 aprile 2012

Benvenuto raggio di sole.

Mattino
Dopo un mese in Italia con temperature superiori ai 20 gradi,questa mattina quando mi sono svegliato ho avuto questa bella sorpresa, a dire la verità a me “non fa ne caldo ne freddo”, (si fa per dire…)

 Per fortuna questo pomeriggio è tornato un bel sole e la neve se n`è andata  (speriamo per sempre…)
Così mi sono sorpreso a canticchiare Raggio di sole di DeGregori.
A proposito devo confessarvi una cosa! Mi piace cantare! A bassa voce, a squarciagola, ridendo, quando sono in macchina, quando faccio la doccia, …. È un passatempo gioioso in cui si allena non soltanto la voce ma anche la memoria, un modo per ricordare, attraverso testi e melodie, le emozioni del primo amore, dell’ultimo, del Liceo , della prima gita, della prima volta ... magari cantandole con gli altri.
Pomeriggio

Certo bisogna essere un minimo intonati per evitare il vuoto attorno a sé nel giro di pochi secondi, ma non è una priorità! Mi piace cantare soprattutto le canzoni italiane, per il semplice fatto che nella propria lingua madre è più facile emozionarsi. Questa canzone di DeGregori non è solo di parole meravigliose ma di una musica che ti entra sotto la pelle per dolcezza e bellezza e ti stringe forte "er core".

Voglio dedicarla sopratutto ai blogger italosvedesi.(sembra scritta appositamente per voi/ e per me…!)
Ascoltatela tutta, e dopo Natti Natti!

Post in evidenza

18 Gennaio

Oggi, come ogni 18 gennaio, è il mio genetliaco, in uno sciagurato giovedì mattina di tanti anni fa, non so a che ora, nella periferia...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.