stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

lunedì 25 febbraio 2013

IKEA: "Il pranzo è servito..."

La contaminazione dei cibi con la carne di cavallo ha colpito anche le polpettine svedesi servite nei punti vendita di Ikea e la stessa azienda svedese ha annunciato di aver ritirato le polpettine in 13 paesi europei, compresa l'Italia. Sono stati gli ispettori della Repubblica Ceca che vigilano sulle derrate alimentari a trovare carne di cavallo nelle polpettine prodotte in Svezia, uno dei punti cardine del menù servito nei punti vendita del colosso svedese dell'arredamento Ikea

«Al momento non si riscontra alcun allarme per la salute. L’Italia conferma anche in questa occasione il primato della sicurezza alimentare a livello comunitario. I campioni prelevati fino sono praticamente ad oggi il doppio di quelli raccomandati dalla UE», ha commentato il ministro della Salute Renato Balduzzi che ha definito tutto il caso «una colossale frode».
NB: Il gruppo Ikea ha confermato che i prodotti erano stati preparati da un unico fornitore svedese.

Che le polpette svedesi comprate surgelate nei più svariati punti di vendita della Svezia ( è possibile comprarle anche dal benzinaio.) siano una autentica schifezza non l`ho scoperto certamente oggi. 

Infatti sono anni che predico che vengano elimate, sia dagli asili che dalle scuole. L`idea che i miei nipotini abbiano ingerito sostanze dopanti, presenti purtroppo in tutti i cavalli da corsa, non solo mi indigna, ma mi terrorizza.


Post in evidenza

Prima domenica dell`Avvento

Ecco, ci siamo: Oggi è la prima domenica dell`Avvento e qui in Svezia è tradizione che si addobbano i davanzali con candelabri e ste...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.