Se non dovessi tornare.

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

lunedì 1 dicembre 2014

Prima domenica dell`Avvento


Ecco, ci siamo: Oggi è la prima domenica dell`Avvento e qui in Svezia è tradizione che si addobbano i davanzali con candelabri e stelle. Pensate che il primo giorno di avvento e’ cosi’ importante per gli svedesi che la maggior parte si ricorda di andare in chiesa e trascorrono il resto della giornata bevendo Glögg (un vino speziato caldo) e mangiando dolci tipici natalizi (e poi continueranno fino a Natale!).
Però dato che gli svedesi sono anche bravissimi ad imbrogliare fanno ”tjuvstart” letteralmente falsa partenza.
Così sembra che il Natale sia gia iniziato da un pezzo, vada per i centri commerciali che iniziano ogni anno prima, ma addirittura qui nel condominio è gia una settimana che tutti i davanzali sono addobbate con stelle e classici candelabri natalizi (ljusstake). Tanto da sembrare una gara, addirittura Erik, famoso rompiballe del primo piano ha iniziato due settimane fa. (Così ha dimostrato a tutti che lui ce l`ha più lungo degl`altri…)  
Per carità, poi uno può fare quello che cacchio vuole, eh!  
Infatti come ho detto prima i negozi e i centri commerciali, lo fanno da anni...)
Comunque una tradizione che mi è sempre piaciuta è che la prima Domenica dell’avvento si accende la prima candela di un candelabro di quattro candele. Si prosegue poi ad accendere una candela per ogni Domenica fino a Natale, 4 in tutto.
Oggi pomeriggio dopo pranzo, “passeggiatina” con miei nipotini a Gamla Stan (Città Vecchia) per il primo mercatino di Natale, forse mi comprerò il caprone di paglia (portabbuono) da mettere sotto l`albero. Ma di una cosa sono sicuro. Berrò un paio di “glögg”, una specie di vin brulé, ma molto più buono, servito con uvette e mandorle, una vera bontà, credetemi. È l`unica cosa che gli svedesi fanno meglio di noi. 


Quindi se abitate in Svezia e capitate in un “Julmarknad” (Mercatino di Natale), regalateneve uno. è un vero toccasana. Anche per l`anima.
Allora amici italiani vi offro un glögg e auguro a tutti una bella domenica del primo Avvento!
Alla prossima nonno Franco.

Post in evidenza

Venite tutti in Svezia

Venite tutti in Svezia: Gran gnocca che la dà facile, fighi vichinghi idem. Stato ricco mi ci ficco. Vivere senza lavorare. Servizi ecce...

Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.