stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

Post in evidenza

"Nostalgia di castagne"

Voglia di caldarroste, nastalgia di casa, chiamatela come volete, ma a me in questa domenica novembrina freddina e cortissima (qu...

lunedì 21 marzo 2016

L'Europa ha scelto l'egoismo (Europa valde egoismen)

Ieri abbiamo chiuso l'Europa. Ieri, abbimo innalzato una nuova cortina di ferro - una cortina di ferro-, con lo scopo di tenere fuori i rifugiati.
Non ci sono risposte facili da dare perchè non ci sono particolari individui da indicare come responsabili di quello che sta accadendo. Non ci sono risposte facili. Ma resta il fatto che in un periodo di prosperità storica l`Europa sceglie di non aiutare le persone in stato di bisogno.
Resta anche il fatto che quando l'Europa ha un'opportunità storica per aiutare le persone in stato di bisogno sceglie l'egoismo. E invece di rimboccarsi le maniche per aiutarli paghiamo e scegliamo un paese come la Turchia per spazzare la polvere sotto il tappeto. La Turchia che ha un rapporto tutt'altro che privo di colpe per quanto riguarda i diritti dell`uomo e, che con l`attuale governo dovrebbe essere l`ultimo paese al mondo con cui collaborare.
Noi siamo una generazione fortunata di una parte del mondo le cui opportunità di aiutare gli altri con la nostra prosperità è unica nella storia dell`umanità. Ma la nostra scelta è di non essere di aiuto. La nostra scelta è quella di costruire muri intorno alla nostra prosperità.
Voglio in qualche modo sperare che quanto è accaduto questo inverno non sarà il nostro patrimonio storico.
Spero!!!
Resta il fatto – che ieri l'Unione europea è diventata un'unione di egoismo-.
E l'UE che ho creduto che stava a significare: “solidarietà e  cooperazione” ovviamente non è mai esistita.
Chi ha bisogno di una unione che non può cooperare quando la vita delle persone sono in gioco?
Chi ha bisogno di una unione che rifiuta di condividere il suo benessere?
Chi ha bisogno di una unione fatta di egoismo?

Nessuno!!


Attenzione

Attenzione
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. L`autore si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L`autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.