stranezze

Stranezze e stupidaggini di un nonno in pensione nelle terre dei Vikinghi.

lunedì 10 aprile 2017

Stamattina a Drottninggatan


Che oggi ci saremo presi una pausa in centro lo avevamo pianificato da molto temmpo così ne abbiamo approfittato per passare ad omaggiare le vittime di venerdì scorso con un bouquet di tulipani che abbiamo comprato alla fermata della metro. Che poi Labionda ha adagiato nel mare di fiori sulle scale a Sergelstorg. 
Dopo abbiamo fatto una passeggiatina di andata e ritorno fino al Parlamento.
Al ritorno dopo esserci rifocellati con un "piatto di penne al pesto" nel solito ristorantino italiano. Abbiamo deciso di recarci sul posto dell`attentato dove c`erano fiori anche sopra i leoni di calcestruzzo con le auto della polizia che erano addirittura sommerse dai fiori.
Quando siamo passati di fronte all`ingresso di Åhléns siamo stati sopraffatti dalla commozione.
Altrimenti devo riconoscere che nell`aria c`erano tanti sentimenti positivi.
Sentimenti di serenità nello stare insieme, di calore, di forza di andare avanti.💓💓💓
 (nonno Franco a Soccolma)
*****

Post in evidenza

18 Gennaio

Oggi, come ogni 18 gennaio, è il mio genetliaco, in uno sciagurato giovedì mattina di tanti anni fa, non so a che ora, nella periferia...

Sono andato, tornato, ripartito.

Sono andato, tornato, ripartito.
E così ora sono qui, in un’altra fase della Vita. Abito vicino al ponte Västerbron, a forma di arpa. E’ bellissimo. La mia gratitudine è a scoppio molto ritardato. Faccio in tempo a dimenticare gli atti, i nomi e i volti prima di aver capito quando dovessi ad ognuno.